Come arredare una cameretta piccola con un letto estraibile

Di
letto estraibile

Arredare una cameretta di piccole dimensioni potrebbe rivelarsi alquanto complicato, poiché quando lo spazio a disposizione è ridotto diventa necessario trovare delle soluzioni che consentano di ottimizzarlo al massimo. Ecco perché il letto estraibile è un elemento spesso consigliato a coloro che devono arredare una stanza di piccola metratura: consente di sfruttare al meglio la superficie e di ottenere un secondo letto o un contenitore all’occorrenza.

Vediamo però come arredare una cameretta piccola con un letto estraibile e scegliere quello giusto a seconda delle proprie necessità.

Arredare una cameretta per due bambini con un letto estraibile

Se la cameretta è per due bambini, allora il letto estraibile diventa un elemento indispensabile. Lo spazio occupato è infatti quello di un classico letto singolo, con la differenza che la sera, prima di andare a dormire, si può estrarre il secondo. Durante il giorno, questa soluzione consente di lasciare ai bambini molta più superficie libera per giocare, senza avere l’ingombro di due letti che sarebbe eccessivo all’interno di una camera di piccole dimensioni.

È importante tuttavia calcolare bene lo spazio necessario al secondo letto, che deve essere lasciato sempre libero. Non si può, ad esempio, collocare un comodino perché questo andrebbe a creare un ingombro e risulterebbe poco comodo: lo si dovrebbe spostare ogni sera per poter estrarre il secondo letto. Lo stesso discorso vale per qualsiasi altro arredo.

Al contrario, è possibile collocare un tappeto accanto al letto anche quando il secondo non è visibile: in questo modo i bambini hanno la possibilità di giocare sul pavimento durante la giornata e la sera non si incontra alcune difficoltà nell’estrarre l’altro letto.

Arredare una cameretta per gli ospiti con un letto estraibile

Il letto estraibile si rivela un’ottima soluzione anche nel caso si volesse arredare una cameretta di piccole dimensioni da adibire a stanza per gli ospiti. Esistono soluzioni che si prestano perfettamente a questo scopo, come i letti estraibili dotati di sponde laterali, che quando sono chiusi si presentano come dei veri e propri divani. All’occorrenza, è sufficiente estrarre il secondo letto da sotto per consentire agli ospiti di dormire in tutta comodità.

Anche in questo caso, naturalmente, conviene lasciare lo spazio libero accanto al letto in modo da non avere troppi problemi nel momento in cui occorre predisporlo per amici e parenti che si fermano a dormire. Quando però non occorre, si può utilizzare semplicemente la prima seduta come divano sfruttando la stanza ad esempio come uno studio personale.

Attenzione: valutare bene gli ingombri

È importante ricordare che nel momento in cui si sceglie un letto estraibile per arredare una stanza della propria casa, è fondamentale valutare con attenzione le sue dimensioni e gli ingombri. Questo, soprattutto se la camera è di piccole dimensioni e dunque gli spazi a disposizione sono limitati. I letti estraibili infatti, come abbiamo visto, possono prevedere ingombri differenti a seconda del modello e delle stesse dimensioni delle reti che si scelgono di abbinare. Onde evitare di trovarsi con un elemento inutilizzabile dunque, è sempre meglio calcolare con precisione questi dettagli.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloStyle.it – Moda e tendenze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009