MODES: ecco come Leonardo Carpinteri ha rivoluzionato il concetto di boutique

Di , scritto il 28 Marzo 2022
MODES

MODES, marchio nato relativamente di recente dal rebranding di Stefania Mode voluto fortemente da Leonardo Carpinteri, si sta distinguendo nel panorama nazionale elevando il concetto di boutique e adeguandolo a quelle che sono le esigenze del momento.

Possiamo dire, in realtà, che quella di Leonardo Carpinteri sia stata proprio una rivoluzione nell’ambito dell’alta moda. Gli standard del passato sono d’altronde stati scardinati dagli stessi designer, che oggi si presentano al mondo in modo totalmente diverso, con un’enfasi creativa ed una spinta alla modernità senz’altro originale.

Vediamo però in che modo Leonardo Carpinteri è riuscito a rivoluzionare il concetto di boutique, rendendo MODES un vero e proprio punto di riferimento in Italia ma anche all’estero.

MODES: la boutique come spazio creativo

L’espansione di MODES a livello territoriale in questi ultimi anni è stata senz’altro straordinaria: la boutique multimarca ha registrato una vera e propria escalation che ha visto l’inaugurazione di diversi punti vendita fisici sul territorio italiano ma non solo.

Lo store di Milano in Piazza Risorgimento è sicuramente un punto di riferimento, ma non è certo l’unico a livello nazionale: MODES è presente anche a Trapani, Cagliari, Forte dei Marmi, Portofino e Porto Cervo. Troviamo insomma le boutique di Leonardo Carpinteri in tutte le località più rinomate d’Italia ma non solo.

Di recente sono stati inaugurati nuovi store anche a Parigi, capitale europea della moda, e Sankt Moritz. In tutti i casi, però, quelle che sono state aperte non sono semplici boutique ma veri e propri spazi creativi, resi spesso unici dallo studio berlinese Gonzalez Haase Aas.

Dalle vetrine al design degli interni, ogni dettaglio è frutto di una ricercatezza assoluta e l’obiettivo è proprio quello che rendere lo spazio inconfondibile, accattivante, coinvolgente.

Le installazioni per lanciare nuovi designer

Non solo: Leonardo Carpinteri ha voluto concepire gli store fisici di MODES come veri e propri spazi espositivi, che permettessero ai designer emergenti di mettere in risalto le proprie creazioni. Le installazioni che si sono susseguite nella boutique di Milano così come in quella di Parigi ne sono l’esempio lampante.

Di volta in volta MODES propone degli eventi unici nel loro genere, massima espressione della verve creativa dei designer che Leonardo Carpinteri seleziona con la sua solita attenzione.

Modes.com: la boutique si apre al mondo virtuale

Leonardo Carpinteri ha saputo rivoluzionare il concetto stesso di boutique portando MODES anche online: una scelta che si è rivelata sicuramente vincente. Non che gli store fisici andassero male, intendiamoci, ma le potenzialità del web sono ormai note e Leonardo Carpinteri è stato subito consapevole di quanto uno store online potesse fare la differenza

Oggi, Modes.com è un punto di riferimento per tutti coloro che sono attenti allo stile e che cercano capi di alto livello ma che non hanno la possibilità di entrare in boutique. Aprendo lo shop online, Leonardo Carpinteri è insomma riuscito a raggiungere una clientela nettamente più ampia, spingendosi oltre le barriere geografiche ed arrivando ovunque con le proprie collezioni. Un ulteriore passo verso il futuro, che si è rivelato sicuramente vincente.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloStyle.it – Guida al mondo della moda e delle tendenze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009