Nonostante la crisi, Armani lancia la moda super lusso

Di , scritto il 27 Gennaio 2009

Giorgio ArmaniAnche nel campo della moda, come prevedibile, è arrivato il vento della crisi economica mondiale. Nel 2008, secondo il bilancio pre-consuntivo, il fatturato della moda in Italia chiuderà con una flessione del 3,1%. A pagare soprattutto il tessile, giù del 6,5%, mentre il vestiario ha sostanzialmente tenuto (-0,7%). Indubbiamente c’è stato anche un altro fattore che ha pesato e non poco, sul trend negativo dell’anno appena passato. E c’entra ancora una volta quel paese asiatico che tanto filo da torcere sta dando in ogni campo da anni all’intera economia occidentale. Guardando indietro infatti, l’ingresso della Cina nella WTO ha pesato molto più della crisi, ma il settore  ha assorbito un colpo forte in un momento in cui altri settori non erano in difficoltà. Problemi ci sono stati anche per l’export, giù del 2%.

Intanto però, nonostante la crisi, neanche il grande carrozzone dell’alta moda intende fermarsi. Giorgio Armani infatti, con la sua collezione Privé, ha offerto proprio ieri sera al pubblico raffinato della couture di Parigi, la sua Shangai Lady. Armani ha definito la sua sfilata la Turandot del Duemila. Ha una silhouette sottile, sottolineata da tagli svirgolati a pagoda e da ricchezza di lavorazioni e sfila tra una miriade di canne di bambù bianco latte. Gonne longuette e spalline a pagoda, splendenti spille, nappe e frange di seta.

Il capo emblematico è rosso lacca con la nappa nera sul seno. Il grande stilista italiano ha chiuso infine dichiarando che la sua collezione è super ricca e che l’alta moda resta un sogno. Alla faccia della crisi!



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloStyle.it – Guida al mondo della moda e delle tendenze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009