Digital Fashion Week 2021: i pro e i contro

Di , scritto il 25 Marzo 2021
Digital Fashion Week 2021

Terminate le Digital Fashion Week 2021 di Milano e Parigi tenute interamente online sono tante le consapevolezze acquisite sia positive sia negative. Quello che è pesato di più è stata l’assenza della fisicità. La dimensione non fisica della sua presentazione toglie alla moda una delle sue caratteristiche fondamentali. Per la presentazione delle collezioni sono stati utilizzati anche dei film. Quelli girati da fotografi restavano video invece quelli filmati da registi cinematografici diventavano veri e propri cortometraggi.

In entrambe le città le sfilate sono state presentate sia in modalità live che tramite video registrati. Questi ultimi montati da vari momenti di sfilate avvenute in tempi diversi. Le case di moda si sarebbero lamentate perché queste modalità sono risultate più costose di una sfilata in presenza. Ciononostante è comune la sensazione che le sfilate live riscontrino più successo.

La sfilata, pur nella rigidità della formula, è uno show spontaneo: quello che succede dal momento in cui le modelle iniziano a sfilare fino al loro rientro è fuori dal controllo sia dello stilista che del regista del defilé. Invece, girando un video, il controllo diventa ossessivo sia da parte di chi lo gira sia di chi lo guarda. La cosa peggiore? Che una passerella in video cattura l’attenzione per un massimo di due minuti.

Nuove consapevolezze

Al termine delle Digital Fashion Week 2021 la considerazione più delicata riguarda l’informazione. I video trasmessi dalle aziende sui canali digitali rende il loro linguaggio poco chiaro. Il linguaggio che arriva al pubblico è uguale a quello che arriva agli addetti al lavoro e questo crea un’audience indistinta. Il rischio è che nella confusione potrebbe cadere il senso stesso della moda.

Sembrano essere i contro a prevalere alla fine delle Digital Fashion Week 2021. Il digitale ha permesso a tutti, non solo ad alcune persone, di assistere alle sfilata di altra moda, ma il senso profondo di quest’arte è stato intaccato dall’ossessione di una ripresa perfetta.

1 commento su “Digital Fashion Week 2021: i pro e i contro”
  1. Massimiliano ha detto:

    Sono d’accordo soprattutto sull’ultima parte, il linguaggio dei fashion brand è stato effettivamente poco chiaro


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloStyle.it – Guida al mondo della moda e delle tendenze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009