Saldi estivi 2010: guida pratica

Di , scritto il 07 Luglio 2010

Lo scorso sabato sono iniziati i saldi estivi. Come ogni anno ho fatto un giro per negozi già il primo giorno, per approfittare del maggior assortimento possibile e della maggiore disponibilità di taglie, colori e modelli. Così ho sfidato il caldo soffocante dell’estate milanese e mi sono avventurata in Corso Buenos Aires.

Avevo già chiaro in mente quello che cercavo e i capi di cui avevo bisogno, così sono andata a colpo sicuro individuando subito i negozi più interessanti. Complice il mio fidanzato che si è posizionato in fila per la cassa appena entrati in ogni negozio, mentre io cercavo, provavo e man mano gli affidavo i capi fortunati che mi sarei portata a casa: una volta afferrato il bottino, la chilometrica fila per pagare si era già dimezzata.

Un secondo giro per negozi solitamente lo effettuo dopo una settimana dall’inizio delle svendite, quando la ressa è diminuita: a quel punto mi dirigo nei miei negozi preferiti per fare quello che chiamo “shopping creativo”; infatti una volta acquistati i capi necessari, se il budget che avevo a disposizione non si è azzerato, cedo alla tentazione di acquistare l’ennesima canotta o blusa, o l’ennesimo abitino dei quali non ho certo bisogno ma che arricchirebbero il mio guardaroba, magari da abbinare a quella collana che mi hanno regalato a un compleanno e che non ho mai indossato (si, lo ammetto, sono piuttosto fissata con gli abbinamenti cromatici).

Infine, alcune settimane dopo faccio l’ennesimo giro a caccia di occasioni, quando ormai i saldi non offrono più molto ma è possibile trovare qualche rara occasione soggetta ad ulteriori ribassi di prezzo.

Detto questo, dalla mia esperienza di shopping, ecco qualche consiglio di sopravvivenza. Per prima cosa è indispensabile fare una lista dei capi che vogliamo acquistare perché ne abbiamo bisogno o perché li desideriamo da tempo, che si tratti di una borsa costosa, di un nuovo paio di jeans o di un trench. Conviene sempre dedicare il primo giro di shopping alla ricerca di questi pezzi, quando avete più possibilità di trovare ciò che cercate. Sarà faticoso, farà caldo e dovrete provare tutto i camerini angusti; senza contare che dovrete combattere contro le signore che cercheranno di passare avanti nella fila alle casse o con chi vorrebbe strapparvi dalle mani l’ultimo reggiseno grigio perla rimasto della taglia seconda e prega che vi cada dalle mani nell’attesa di pagare.

Io solitamente, dopo essermi dedicata ai pezzi più costosi che dimezzano il budget, faccio scorte nei negozi di intimo: adoro quei microscopici pigiamini estivi con shorts e canotta e poi completini basic o colorati da utilizzare durante l’estate. Anche lì, in negozi a buon mercato come Intimissimi, Tezenis o Yamamay (non in negozi che vendono intimo di lusso, per intenderci) vi troverete davanti a scene di ogni genere: il clou è stato vedere uno di questi store così colmo di gente da non riuscire a muoversi e le più giovani, entrate in coppia, che si lanciavano perizomi e reggiseni da una parte all’altra.

Una volta sopravvissute a questo, vi sarà tutto più semplice. Dopo aver ottenuto ciò che tanto sognavate, potrete dedicarvi a passeggiare, guardare le vetrine ed entrare nei negozi armate di pazienza per spulciare il reparto svendite in cerca di qualche occasione. Magari ciò che troverete non vi serve ma prima o poi ci sarà l’occasione di indossarlo. L’importante è non portare a casa montagne di top basici in tutte le tonalità disponibili.

Una buona idea è quella di fare una bella ricerca nel vostro guardaroba cercando di creare degli outfit speciali per l’estate: in questo modo, abbinando magari il vostro pantalone bianco a una canotta, vi accorgerete che una collana in tinta o qualche altro accessorio sarebbero proprio il massimo. Consiglio dunque di andare libere da sacchetti ingombranti e pesanti; portate a casa le vostre “conquiste”, deponetele nell’armadio e poi ritornate un altro giorno.

Buono divertimento a tutte!


2 commenti su “Saldi estivi 2010: guida pratica”
  1. Erica Ventura ha detto:

    A mio parere, Zara ha parecchio da offrirti: ci sono sia più eleganti che formali (semplici e lineari da indossare con un tailleur in l’ufficio, per intenderci) o anche casual. Ed i prezzi sono assolutamente abbordabili. Oltretutto ora con i saldi puoi approfittare di qualche occasione; ma affrettati perchè più aspetti e più farai fatica a trovare un’ampia scelta tra taglie, modelli e colori.

  2. louis ha detto:

    qualcuno sa dove posso prendere delle camiciette o delle bluse? Perchè ne ho un assoluto bisogno e non riesco a trovarne di carine.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloStyle.it – Guida al mondo della moda e delle tendenze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009