Consigli per rimuovere i tatuaggi

Di , scritto il 06 Aprile 2012

Tra i sempre più numerosi patiti dei tatuaggi, almeno uno su tre dopo qualche tempo ci ripensa e vuole sbarazzarsene. Come si fa a togliere i tatuaggi in sicurezza? Per non correre rischi bisogna rivolgersi esclusivamente a dermatologi esperti, in possesso di laser sempre più sofisticati che permettono di eliminare anche i tatuaggi più grandi complessi. I più avanzati sono i laser Q-switched, che emettono impulsi a elevata potenza ma di durata brevissima. In questo modo l’azione si limita alla zona del tatuaggio, senza danneggiare i tessuti circostanti. Il raggio laser non scava la pelle, ma sgretola il pigmento in piccole particelle che poi vengono riassorbite

Ci sono alcune cose importanti che occorre sapere (non solo per eliminare i tatuaggi, ma anche per scegliere come e dove farli):
* I tatuaggi effettuati con colori scuri sono più semplici da rimuovere, mentre quelli colorati (specie nei colori rosso, giallo e bianco) sono più ardui da eliminare, perché effettuati con pigmenti organici che vanno più in profondità.
* Non tutte le zone offrono gli stessi risultati: la rimozione dei tatuaggi è più difficile su caviglie, collo, polsi e decolleté e in queste parti più alto il rischio di esiti cicatriziali.
* Per eliminare un tatuaggio di media grandezza occorrono 6-10 sedute, ma tra un trattamento e l’altro conviene far passare almeno 45 giorni. Il numero delle sedute dipende dalla grandezza del tatuaggio e dalla profondità del pigmento.
* La rimozione non è sempre perfetta perché il raggio laser può colpire anche la melanina e provocare delle zone di acromia, ovvero delle macchie bianche che possono essere transitorie o permanenti.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloStyle.it – Guida al mondo della moda e delle tendenze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009