Carta da parati? Sì, ma in materiali naturali!

Di , scritto il 03 Settembre 2018

In questi ultimi anni abbiamo assistito a un per molti versi inatteso ritorno della carta da parati come soluzione per il rivestimento delle pareti delle nostre case. E dire che per decenni le tappezzerie erano restate una caratteristica delle abitazioni demodé! Ora invece sono tornate prepotentemente alla ribalta nell’interior design. Con molte novità, tuttavia: le carte da parati attuali hanno un look più giovane e fresco, con texture e temi decisamente diversi da quelli del passato, ad esempio con motivi botanici, oppure con pattern geometrici di impronta nordica, disegni di pizzi e merletti o fantasie damascate: tutti motivi che conferiscono agli interni un tono romantico, quasi sempre con una punta di vintage. Questo rinnovamento fa attualmente della carta da parati una soluzione ideale per qualsiasi punto della casa: non di rado l’architetto consiglia di coprire una sola parete a contrasto con il resto dell’ambiente semplicemente intonacato e dipinto, oppure di usarle per mettere in risalto particolari architettonici come colonne o nicchie, o per valorizzare mobili di particolare pregio, testate di letti e armadi. Invariabilmente questo tipo di decorazione aggiungendo un quid di armonia e calore all’ambiente.

In particolare è sempre più amata la carta da parati dall’aspetto naturale, quella che quanto meno presenta dei motivi naturali realistici, ma idealmente è proprio costituita da materiali naturali ed ecocompatibili. Stiamo parlando delle tappezzerie in bambù, in sughero, in fili d’erba (di campo o di montagna), in piastrelle di mica, in carta intrecciata: tante proposte diverse che possono avere un aspetto assai diverso tra loro ma sono accomunate da quella lieve irregolarità del disegno che procura un effetto caldo e accogliente.

I colori prevalenti tra le carte da parati naturali sono quelli caldi del beige, del crema, del marrone, dell’ocra – che ricordano le tonalità della terra, a cui si oppongono quelli freddi del blu, del grigio, del turchese, del verde. L’effetto della carta può essere opaco, lucido o addirittura brillante a seconda dei materiali. Le carte da parati naturali sono di solito molto versatili, adattabili sia a una casa dallo stile romantico o country, che a un interior design più moderno e cittadino o addirittura utili per alleggerire con abilità un’architettura seriosa. Le tappezzerie in materiali naturali sono poi affascinanti anche al tatto: la loro matericità colpisce al tocco ed è un piacere non soltanto per gli occhi, ma anche per i polpastrelli.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloStyle.it – Guida al mondo della moda e delle tendenze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009