Seguici su

Vintage Holidays from 30’s to 80’s: in mostra la storia del costume da bagno

23 Novembre 2010 alle 07:40 scritto da Erica Ventura

All’interno del salone MarediModa – IntimodiModa, in programma presso il Palais des Festivals di Cannes dal 24 al 26 novembre 2010, verrà presentata in esclusiva mondiale la mostra “Vintage Holidays from 30’s to 80’s” curata dal celebre collezionista Franco Jacassi. Si tratta di un viaggio suggestivo nella storia del beachwear, raccontata attraverso i capi originali dell’epoca provenienti dalle maison più note al mondo, talvolta indossati da dive del secolo scorso.

L’itinerario della mostra consente di visualizzare le rivoluzioni che hanno caratterizzato il settore, dal costume a maglia all’introduzione della Lycra per arrivare al bikini, al tanga e al monokini. I capi esposti permettono ai visitatori di analizzare tessuti, stili, tendenze e colori che hanno caratterizzato i vari periodi.

Si inizia con gli anni Trenta, periodo in cui avviene una vera e propria rivoluzione riguardante la moda mare: il corpo comincia a scoprirsi e i tessuti utilizzati si fanno più aderenti, sottolineando le curve. Con gli anni Quaranta i costumi si fanno più audaci, compaiono colori vivaci e stampe e viene realizzato il primo bikini.

Negli anni Cinquanta la valorizzazione della figura femminile arriva all’apice con il modello “Wonder Bra”: trionfano i seni abbondanti e in mostra e la vita stretta. Gli anni Sessanta portano al boom del bikini: a essi vengono abbinati copricostumi e abiti da passeggio.

Anni Settanta: gli stilisti realizzano modelli sempre più moderni mentre nel decennio successivo torna di moda il costume intero di ispirazione hollywoodiana.



Altre notizie su: , ,

Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatorio)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2016, P.IVA 01264890052
SoloStyle.it – Guida al mondo della moda e delle tendenze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009
css.php