Casa in affitto? Lavori Low Cost per personalizzarla al massimo

Di , scritto il 23 Ottobre 2017

personalizzare casaQuando si vive in affitto l’esigenza di rendere la propria casa il più accogliente possibile è molto diffusa. Il fatto di non essere proprietari di un immobile non significa che non si possa personalizzarlo, anzi. Ecco alcuni consigli pratici per dare un tocco personale all’ambiente in cui si vive, senza spendere troppo e senza imbarcarsi in lavori impegnativi.

Consiglio 1) Sistemare il pavimento

Esistono tanti modi per rinnovare casa, uno è partire dal basso, ovvero dal pavimento. Le nuove tecnologie consentono di installarlo con costi limitati e procedure poco invasive. Un primo esempio sono i pavimenti vinilici, si possono scegliere diverse fantasie (piastrellato, effetto parquet oppure tinta unita) e sono anche molto semplici da pulire. Altra soluzione di facile montaggio e manutenzione è il laminato flottante con posa a incastro. Il prezzo non è elevato e si può contattare un professionista per un lavoro di qualità e duraturo.

Consiglio 2) Pensare alle pareti

A volte quando si entra in una casa nuova, che però nuova non è, le pareti portano i segni dei precedenti inquilini. In questo caso bastano un po’ di colore e buona volontà per dare al proprio appartamento un aspetto totalmente nuovo. Costi bassi e risultati sorprendenti. Un’alternativa a tinteggiare, è l’applicazione di carta da parati, tornata alla ribalta dopo un lungo periodo di esilio. La carta da parati è versatile ed economica. In commercio esistono tantissime fantasie tra cui poter scegliere e l’effetto è garantito!

Consiglio 3) Curare i dettagli

Non da meno sono i dettagli. Per iniziare, nel caso non si volessero fare grandi investimenti, o se non si ha tempo da dedicare a seguire i lavori, si può pensare a decorare la casa con elementi in linea con il proprio gusto. Tende nuove e moderne, lampade e lampadari in stile retrò. Per l’arredo si può pensare a soluzioni come Ikea, oppure, per gli appassionati del vintage, andare alla scoperta di fiere e mercatini dell’antiquariato, dove trovare pezzi esclusivi e autentici, che renderanno la casa unica e accogliente. Anche le piante sono un ottimo alleato.

Consiglio 4) Il bagno

Il bagno è sempre un argomento critico. Non è raro trovare una casa perfetta con un bagno completamente da rifare. In questo caso si può valutare di fare dei lavori più impegnativi, e proporre al proprietario ad esempio che vengano abbonati i primi mesi di affitto. Se invece il bagno non è il massimo ma comunque vivibile, si può sempre ricorrere a elementi d’arredo come porta asciugamani e porta saponi che ravvivano l’ambiente, oppure mensole in legno che oltre ad arredare hanno anche una funzione pratica.

Consiglio 5) Parlare con il proprietario

Prima di iniziare qualsiasi tipo di progetto di ristrutturazione è bene parlarne con il proprietario. A seconda del contratto (e del soggetto) potrebbe partecipare alle spese e cogliere l’occasione per migliorare la sua proprietà e in questo modo entrambe le parti ne uscirebbero guadagnando.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloStyle.it – Guida al mondo della moda e delle tendenze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009